Chi è il social media manager e quali sono i suoi compiti?

Posted on
strumenti social media manager
Insights

Ecco le caratteristiche che il social media manager deve avere secondo Filippo Giotto, digital marketer in Banca Mediolanum.

  1. Saper scrivere bene nella lingua richiesta dal brand, con il giusto utilizzo della punteggiatura e degli accenti, interlinee (interlinea: lo spazio bianco tra una riga e l’altra) e indentazioni (indentazione: rientro di una linea di testo), sapendo costruire un periodo in funzione del tono che si vuole dare alla conversazione.
  2. Mantenere l’equilibrio tra le richieste del brand e la coerenza con la linea editoriale (per esempio, dire di no alla pubblicazione della gallery di un evento per cui non abbiamo la liberatoria delle persone ritratte).
  3. Capacità di mantenere sempre un punto di vista non viziato dall’entusiasmo di appartenenza al brand, che tenga sempre conto degli utenti a cui si rivolge, a cosa si aspettano dai social del brand o cosa reputano interessante e rilevante per loro.
  4. Conoscere i valori e la cultura aziendale per dare vita a contenuti in linea con il marchio e i suoi obiettivi di posizionamento.
  5. Aggiornarsi continuamente.
  6. Essere in grado di intravedere nuovi trend che si stanno configurando grazie ad analisi di scenario, ricerche, osservatori, ma anche attraverso scambi di opinioni con altri professionisti del settore.
Insights
Gli insight delle property del brand: dati fondamentali per il lavoro del social media manager (Ph: Webaroo Shr per Unsplash)

Cosa fa il social media manager?

Il social media manager a) raccoglie le fonti per garantire la presenza social del brand: informazioni e  contenuti per creare il piano editoriale.

b) Stila il calendario editoriale o PED (piano editoriale), definendo i macro temi e le rubriche che popoleranno la timeline del brand su un calendario di breve/lungo termine.

c) Sviluppa la creatività, cioè cerca le immagini, costruisce le infografiche, i video a supporto del testo del post o del tweet. Non è raro che costruisca anche i contenuti del post o tweet, cioè il copy vero e proprio.

d) Pubblica i contenuti.

e) Presta attenzione alla community e segue lo sviluppo delle conversazioni, le modera se ce n’è bisogno, interagisce ove necessario.

 

0 Comments

Leave a comment

Your email address will not be published.